otto-ruote


[Articolo precedente] [Articolo successivo] [Edicola ]

Grugnotorto: E' il parco ad ostacoli

23 marzo 2002


Title: E' il parco ad ostacoli
 
 
   
 
 
Pag. 1 - 1 MILANO METROP
 
 
Pag. 2 - SVUOTA
 
 
Pag. 3 - SVUOTA
 
 
Pag. 4 - SVUOTA
 
 
Pag. 5 - SVUOTA
 
 
Pag. 6 - MILANO: BIANCA
 
 
Pag. 7 - MILANO: BIANCA
 
 
Pag. 8 - MILANO: NERA
 
 
Pag. 9 - SVUOTA
 
 
Pag. 11 - MILANO: I QUARTIERI
 
 
Pag. 12 - E QUI LA FESTA
 
 
Pag. 13 - SESTO
 
 
Pag. 15 - SESTO
 
 
Pag. 16 - CINISELLO
 
 
Pag. 17 - CINISELLO
 
 
Pag. 18 - SAN DONATO SAN GIULIANO
 
 
Pag. 19 - SEGRATE CASSANO
 
 
Pag. 20 - RHO
 
 
Pag. 21 - BOLLATE
 
 
Pag. 22 - CORSICO TREZZANO
 
 
Pag. 23 - ROZZANO
 
 
Pag. 25 - 1 OLA
 
 
Pag. 27 - CALCIO
 
 
Pag. 28 - CALCIO
 
 
Pag. 29 - VARIE
 
 
Pag. 30 - VARIE
 
 
Pag. 31 - VARIE
 
 
Pag. 38 - CULTURA SPETTACOLI
 
 
Pag. 39 - CULTURA SPETTACOLI
 
 
Pag. 40 - CULTURA SPETTACOLI
 
 
Pag. 41 - LETTURE PENSIERI
 
E' il parco ad ostacoli
 

CINISELLO Ancora bufera sul parco del Grugnotorto: questa volta la parola passa alla Casa delle Libertà, che subito rilancia l'idea di indire un referendum.
«Visti i piani dell'amministrazione, che stravolgerebbero l'equilibrio naturale del parco, a questo punto è meglio rivolgersi agli stessi cittadini», premette Paolo Bonalumi, esponente di Forza Italia in consiglio comunale, il quale poi prosegue: «è falso dire che il referendum annullerebbe la variante, riportando in vigore il vecchio piano regolatore, che prevede 146 mila metri quadri di commerciale. Il quesito avrebbe solo valore consultivo, con una validità strettamente politica».
In particolare, Forza Italia chiede il totale annullamento della variante recentemente approvata, che destina 5 mila metri quadri di area commerciale tra via Alberti e la tangenziale che attraversa il parco, ed ulteriori 45 mila di area per strutture destinate ad uso pubblico. Su questa seconda volumetria si concentra la battaglia tra le forze politiche: Fi sostiene che il totale delle metrature snaturerebbe l'idea fondante del Grugnotorto, che lei immagina invece come un parco strettamente «agricolo e naturalistico», decisamente diverso dal parco Nord, che si connota invece come un «parco urbano».
A questo proposito, Forza Italia rilancia con decisione il tema delle «traslazioni»: «andrebbe pensata un'ulteriore variante, ridistribuendo in altre zone della città i 45 mila metri destinati a servizi, ed in particolare ad attrezzature sportive. Una parte di quelle volumetrie potrebbe essere trasferita nell'area dell'ex Pollaio, vicina a viale Fulvio Testi, dove noi proponiamo da sempre di realizzare una cittadella dello sport», commenta Carlo Bianchessi, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale.Non mancano, inoltre, critiche anche sulla realizzazione dei 5 mila metri di area commerciale nell'area del Grugnotorto.
di Luca Pesante
 
STAMPA ARTICOLO INVIA L'ARTICOLO INIZIO PAGINA BACK
 
Editoriali
Primo Piano
Sport
Spettacoli
Fotogallery
La posta del QN
 
 
 
Musica
DVD
Videogames
Articoli Regalo
Directory
 
Forum
Loghi & Suonerie
Chat
Bookmark
Webmail
Help
Annunci
Ricerca personale
Annunci legali
 
Cavallo Magazine
Lo Sperone
Costi di Casa
Onda TV
 

Spe Web - CDFlash - DADA - European Market Place - Mish Mash - La Canonica - Sadler
DISCLAIMER - CONTATTACI - PUBBLICITÀ
Copyright © 2002 MONRIF NET S.p.A. & POLIGRAFICI EDITORIALE S.p.A. Tutti i diritti riservati
Sito ottimizzato per Internet Explorer 5™


www.otto-ruote.it
Per informazioni, consigli e correzioni
contattare web@otto-ruote.it
Powered by aruba.it